Marketing esperienziale

Volendo cercare una definizione potremmo usare questa: tecnica di marketing che si focalizza sulle esperienze del cliente che si verificano in risposta ad uno stimolo costituito, in ambito aziendale, da iniziative di marketing prima, durante e dopo l’acquisto.

Anche il #marketing esperienziale si situa quindi tra quelle tecniche di promozione persuasiva finalizzate alla vendita di un determinato prodotto o servizio ma l’assunto è completamente diverso: la creazione di un’esperienza emotiva intorno al consumatore.

Approccio di #branding più raffinato perché il marchio, prima di vendere qualsiasi cosa induce il cliente a vivere un’esperienza, ad avere un feeling con la marca stessa in modo da creare un legame emotivo importante e stimolare la vendita per far rivivere quell’esperienza. La vendita potrebbe avvenire anche in un secondo momento, anche a distanza di tempo. Chi assistette tempo fa alla grande performance della #Nike per il lancio della linea Air Jordan Melo M8, (proiezione tridimensionale di una scena di basket sul mare), non ha potuto certo non emozionarsi, assistendo a scene spettacolari, epiche come epico è il marchio della multinazionale. Con quel tipo di esperienza le associazioni nella mente dell’acquirente sono molteplici e in grado di far vibrare corde emotive importanti, senza scomodare la parte razionale.Quelle emozioni riappariranno non solo quando si parlerà di basket o di sport ma anche di successo, di fatica, di impegno, di prestazioni. Il marketing esperienziale, in questo caso, ha rafforzato il set evocato del consumatore. Si può citare ancora l’iniziativa di un concessionario Mini #Bmw spagnolo che ha realizzato un Mini lounge. Un luogo in cui si poteva mangiare, bere e ascoltare musica. Ogni dettaglio era curatissimo: sedie, pomelli delle porte, muri ricreavano lo stile cool e metropolitano della nuova Mini. L’auto era assente, ma era proprio la sua mancanza, colmata dai suddetti particolari, a farla desiderare ancor di più. Senza andare all’estero, negli ultimi anni anche in Italia sono numerose le azioni di marketing che tendono a lavorare sul lato esperienziale del consumatore. Anche territorialmente, in #Puglia, si cominciano a vedere azioni interessanti, nell’ambito dei concept store legati ad inaugurazioni di nuovi punti vendita o nelle tecniche di ingaggio dei consumatori in modalità #street marketing. Statisticamente fondato grazie ad alcune interessanti ricerche di mercato che ne attestano la qualità, il marketing esperienziale si basa su 5 presupposti fondamentali: - Sense/ Feel/ Think/ Act/ Relate. Il marchio deve soddisfare i cinque sensi, emozionare, far riflettere, far agire e legare il proprio vissuto a ruoli sociali e relazionali.

Sulla base di tali pressuposti e applicandoli ad un’iniziativa di #field marketing potete ben comprendere come le azioni possano diventare estremamente interessanti. Anche una semplice in store promotion, arricchita con un’esperienza, può diventare qualcosa di coinvolgente, impattante ed estremamente efficace. Nuove possibilità si aprono e nuove esperienze si preparano. Enjoy.

Selling & Service S.r.l.

© 2020 - Selling&Service S.R.L. P.I.02644950731 • REA TA-160370 • Capitale I.V. € 100.000 • ©redits • Restyling and servicing by GrecTech Agency

Questo sito si avvale di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di privacy policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo con la navigazione in altro modo, acconsenti ad utilizzare i cookie. Per saperne di piu'

Approvo